Pubblicazione su settimanale Mio – rubrica MIO-tech del 04/07/2018

I colpi di genio, spesso, non bastano più. Per farli diventare imprese di successo servono capitali. Una nuova opportunità è provare con la raccolta di fondi online

IL CROWDFUNDING: COME FINANZIARE LA TUA IDEA SFRUTTANDO INTERNET

Il microfinanziamento dal basso mobilita migliaia di persone e grosse quantità di risorse: è questo oggi uno dei metodi più efficaci di investimento nei progetti

Avete presente il momento in cui vi viene quell’idea geniale per un’App, sito web, videogioco, film o qualsiasi altro progetto che potrebbe rivoluzionare il mondo digitale, sociale o culturale? Succede quasi a tutti in un momento o nell’altro della propria vita. Ma poi vi viene in mente che come ogni cosa, la vostra brillante idea necessita di un appoggio economico e non sapendo dove trovare i fondi finite per trasformarla nell’ennesimo sogno nel cassetto. E se vi dicessi che esiste una possibilità di realizzare i vostri progetti senza promettere percentuali agli investitori, iscriversi negli incubatori delle startup o dover ricorrere ai prestiti? Avete mai considerato il crowdfunding?

COSA E’ IL CROWDFUNDING?
Il termine crowdfunding è una fusione delle parole folla (crowd), e finanziamento (funding), e il suo obiettivo è quello di sostenere i progetti in fase di start up. Il finanziamento ‘crowdfunding’ è fatto da persone comuni che raccolgono i fondi per sostenere un progetto che trovano interessante sulle apposite piattaforme come Kickstarter, Indiegogo, GoFundMe o tante altre.

CHI SONO I BAKER
In cambio dei soldi raccolti, l’ideatore del progetto di solito premia i propri investitori (chiamati ‘backer’) con premi di diversi tipi, a seconda della somma investita. Per esempio i creatori della giacca BauBax, uno dei progetti più finanziati della storia di Kickstarter, hanno premiato coloro che hanno donato 5 dollari alla campagna con una nota di ringraziamento sul proprio sito web, con una donazione di 25 dollari i backer hanno ricevuto in regalo una coperta tascabile brandizzata BauBax, chi ha donato 99 dollari ha ricevuto invece un esemplare della giacca e così via.

COME RICEVERE I FINANZIAMENTI
Cosa serve per accedere al crowdfunding? Ogni sito ha le sue regole, ma solitamente si parla di creare una ‘campagna’ che illustri il vostro progetto. L’obiettivo della campagna però non è quello di vendere un oggetto, ma di acquisire la fiducia di chi visita il sito nel più breve tempo possibile. È necessario quindi che il vostro progetto abbia passione, onestà e sia in grado di coinvolgere il pubblico. Solitamente le campagne sulle piattaforme di crowdfunding sono accompagnate da un video che spiega brevemente il progetto. Non è obbligatorio, ma i dati parlano chiaro: una campagna con il video ha il 50% di possibilità di successo. Anche i social media come Facebook, Twitter o Linkedin, se usati in modo corretto, possono aiutare a raggiungere il pubblico più vasto possibile per la vostra campagna.

LA DURATA DELLA CAMPAGNA
Un’altra caratteristica fondamentale delle campagne di crowdfunding è la durata. Per ogni campagna è necessario specificare la durata, ovvero il periodo entro il quale gli investitori possono finanziarla. Come spiega Kickstarter, è meglio impostare la vostra campagna ad un massimo di trenta giorni. Il motivo è semplice: se il periodo è breve, gli eventuali backer, sono più invogliati a versare subito la somma. In questo modo la cifra che avete posto come obiettivo della vostra campagna sale più velocemente e invoglia altri a unirsi, perché un progetto di successo conquista ancora più fiducia!

PER I MUSICISTI ALLE PRIME ARMI C’È LA POSSIBILITÀ DI SFRUTTARE LE OFFERTE DAL WEB

Le campagne di crowdfunding non sono per forza legate alla creazione dei progetti innovativi nel campo tecnologico o di abbigliamento. La popolarità di questo tipo di finanziamenti ha dato vita anche alla possibilità di sponsorizzare le registrazioni musicali. Infatti il numero dei musicisti che cercano di sostenere economicamente la propria musica con l’aiuto dei loro fan è cresciuto così velocemente da far nascere i siti mirati solo al music crowdfunding. Tra queste le piattaforme più famose sono: Artistshare, Ulele e Musicraiser. Ora è il tuo turno di sfidare la sorte e raccogliere fondi grazie ai tuoi fan!

Scrivi a mio@intraweb.it per l’argomento che ti piacerebbe approfondire. Ispiraci!